Via San Pietro 35 - 16035 Rapallo GE - Tel. 0185 263003 -Fax. 0185 263003
A1 FEMMINILE, 3^ GIORNATA DI RITORNO: AL POGGIOLINO IL BIG MATCH RAPALLO-PADOVA



 



Riflettori puntati sulla piscina del Poggiolino per il big match della terza giornata di ritorno del campionato di A1 femminile. Sabato prossimo, 9 febbraio, ore 15, il Rapallo Pallanuoto ospiterà le campionesse d’Italia in carica del Plebiscito Padova. Lo sguardo va alla classifica, che vede le due squadre appaiate al secondo posto a 25 punti. Per il Rapallo, che deve ancora recuperare il match della prima giornata di ritorno contro la SIS Roma (rinviato per la concomitanza con la prima fase di Eurolega a mercoledì 20 febbraio), l’occasione è più che propizia per staccare le patavine e conquistare la seconda piazza in solitaria.



L’impresa non è semplice: il Padova, che due giornate fa è incappato nel passo falso in casa del Verona, si presenta a Rapallo con la voglia di riscatto che si somma alla qualità e all’esperienza di una squadra consolidata. Per Lavi e compagne, l’occasione di far emergere tutte le potenzialità di un gruppo protagonista di un’ottima prima parte di stagione e che ha le carte in regola per poter sognare in grande.



Tra le protagoniste del match l’olandese Amarens Genee, classe 1991, alla sua seconda stagione in calottina gialloblu.



 



Amarens, sabato il Rapallo ospita il Padova, una sfida che a questo punto può diventare decisiva per il secondo posto al termine della regular season. All’andata ha vinto il Plebiscito ma voi siete state protagoniste di una buona prestazione. Al ritorno che partita ti aspetti?



 



«Non sarà una partita facile. Siamo due ottime squadre e ci conosciamo bene. Ed entrambe sappiamo bene che che questa partita sarà importantissima per la classifica e per chiudere la regular season nella miglior posizione per un incrocio più agevole in final six. Secondo me sarà un match che si chiuderà con uno o due goal di differenza. Quindi dobbiamo essere concentrate e giocare con intelligenza dal primo momento fino alla fine. La squadra che fa più errori nell’ultima parte del match, perderà la partita».



 



Quest’anno il campionato è più che mai incerto e tutto può succedere: lo ha dimostrato la final six di Coppa Italia, ma anche il campionato stesso, vedi la sconfitta del Padova in casa del Verona. Dove può arrivare il Rapallo?



 



«Sono convinta che possiamo anche arrivare al primo posto. Abbiamo una squadra fortissima, e soprattutto tanta voglia di crescere. Se giochiamo con la mentalità giusta e con concentrazione siamo in  grado di fare grandi cose in acqua, come abbiamo già dimostrato. Però non possiamo permetterci di fare passi falsi come quello del Padova, che altre squadre sono pronte a sfruttare. Ogni partita è importante, per la classifica ma anche per crescere, quindi ogni volta dobbiamo dare il 100 per cento. Dobbiamo ancora fare grandi passi avanti per raggiungere l’obiettivo, però credo che questa squadra ne abbia la capacità».





 



La partecipazione alla prima fase di Euroleague non è andata come si sperava, ma è stata comunque positiva in termini di esperienza. Su quali aspetti, secondo te, la squadra deve ancora migliorare?



 



«Giocare contro squadre più forti di noi è stato molto utile per sapere dove possiamo e dobbiamo migliorare. Secondo me la squadra deve migliorare soprattutto sull’aspetto mentale. Dobbiamo sempre giocare con grinta, mantenendo l'organizzazione in acqua. E se c’è un momento della partita in cui perdiamo il controllo, dobbiamo riprendere la concentrazione e ripartire da capo».



 



E’ il tuo secondo anno in Italia. La scorsa stagione è stata compromessa da un infortunio alla spalla che ti ha dato parecchie noie. Quest’anno sembri essere in gran forma e le statistiche lo confermano: vai a segno praticamente ad ogni partita. A cosa è dovuto questo cambiamento in positivo?



 



«Dopo l'intervento che ho subito quest'estate, la spalla sta meglio, riesco ad allenarmi di nuovo con intensità, il che mi rende più forte e felice in acqua sia fisicamente sia mentalmente. In più, con l’arrivo della nuova centroboa Agnese Cocchiere e con la presenza dell’altra giovane centroboa Gaia Gagliardi, che ha migliorato tanto rispetto all'anno scorso, non devo più giocare al centro. La spalla rimane sempre un po' debole, ed evitare questa posizione di 'lotta” e contrasti mi fa bene.  E poi in Italia ho trovato l'amore ...Quello è la cura migliore per tutto!”».


Pubblicato il 07/02/2019


ULTIME NEWS

🚨ATTENZIONE🚨 CAUSA MALTEMPO PURTROPPO NON SAREMO IN PIAZZA CAVOUR A RAPALLO CON IL NOSTRO GAZEBO. VENITE A TROVARCI IN PISCINA DOVE TROVERETE...



NOVITA' ESTATE 2019! VASCA INTERNA APERTA ANCHE LA SERA!!



RAPALLO NUOTO VILLAGE SUMMER 2019! ISCRIZIONI APERTE DA LUNEDI' 20 MAGGIO!



STAGIONE ESTIVA 2019, SIAMO PRONTI!!!



SPONSOR

 


Copyright 2013-2018 Rapallo Nuoto S.S.D. a R.L. - P.IVA 00210000998
All Rights Reserved - P.b. Centro Servizi SEF - Disclaimer